Frequenza dei pasti: Quante volte al giorno bisogna davvero mangiare? 

La frequenza dei pasti  indica il numero di volte nell’arco della giornata con i quali introdurre i micronutrienti.

Questo argomento, crea spesso discussioni tra  correnti di pensiero diversi e/o opposte.

  • Alcuni sostengono che fare  periodi di digiuno con riduzione dei pasti giornalieri reca grande beneficio sia alla salute che alla sostenibilità della dieta.
  • Altri invece sostengono che sia necessario fare tanti piccoli pasti per tenere il metabolismo sempre in movimento.
  • Altri ancora sostengono che bisogna mangiare quando si vuole per evitare stress e preoccupazioni.

Qual’è allora la verità?

Una dieta sana e strutturata all’aumento di massa muscolare necessita di una frequenza che va da 5-6 fino ad 8 pasti al giorno.

Dividere la propria dieta giornaliera in piccoli pasti permette la stimolazione della sistemi proteica più volte al giorno, permettendo quindi un’aumento muscolare nettamente notevole.

Questa è la più nota delle spiegazioni che si riceve quando si chiede a qualcuno perché mangiare cosi spesso e ad orari prestabiliti.

Cosa dicono gli esperti?

Vediamo che prove offre la scienza pro o contro questa verità. È stato ipotizzato che mangiare piccoli e frequenti pasti aumenti la perdita di grasso e aiuti a raggiungere un miglior controllo del peso.

Diversi studi epidemiologici avevano osservato come apparentemente ci fosse una relazione inversa tra la frequenza dei pasti e l’incremento del peso corporeo.

In altre parole sembrava che fare meno pasti portasse ad ingrassare di più.

Quando bisogna dividere i pasti?

Questo concetto diventa importante solo in caso di assunzione  inadeguata di proteine,  soprattutto nei periodi in cui si seguono diete  ipocaloriche moto ristrette, in cui l’apporto totale dovrebbe essere intorno a 3gr/kg massa magra.

Quanti pasti fare realmente?

  • Se vi trovate meglio a  mangiare frequentemente perché magari riuscite a controllare/ridurre le calorie, allora questo concetto vi sarà utile.
  • Se invece, mangiare frequentemente durante la giornata vi rende più difficile controllare e seguire la dieta allora questo concetto non fa per voi.

Le diete,  che siano per la massa o per  la definizione, per essere efficace devono rispettare le necessità e le esigenze nutrizionali di chi la segue.

Sopratutto, per avere risultati reali e concreti, bisogna seguirle per un periodo  di tempo sufficientemente lungo.

È necessario quindi che la dieta, qualunque essa sia, sia sostenibile nel tempo e per esserlo si può utilizzare la frequenza che più ci rende agevole la prosecuzione verso l’obiettivo.

Un abbraccio,

Lo Staff.

Lascia un commento